menu
Crea un prodotto
Lavora con noi
Diventa un Builder
Accedi

Hai una buona idea ma ti mancano le competenze tecniche per realizzarla? Scopri di più

Come ho costruito un team fantastico

Vi racconto di me. Sono Domenico Gagliardi, ho 23 anni e mi sono laureato in economia e management all'università G. D'Annunzio di Pescara nel 2019. Fin da piccolo ho sempre avuto grande passione per il mondo imprenditoriale. Alle elementari, durante l'estate, vendevo i miei giocattoli usati al negozio di mio padre. Sono nato e cresciuto con la mentalità imprenditoriale, grazie anche alla mia famiglia, inserita attualmente nel settore alimentare. Durante i miei studi universitari ho cercato sempre di affiancare alla teoria, la pratica, anche se la maggior parte delle volte ciò che facevo non c'entrava assolutamente nulla con tutto ciò che stavo studiando. Ho lanciato un blog per studenti universitari al primo anno di università, per poi lavorare davvero a tantissimi progetti durante i 3 anni. Sono riuscito anche a vincere un contest organizzato dalla Fiat e rivolto a studenti universitari. ll contest aveva l'obiettivo di incentivare gli studenti a generare idee innovative per l'auto del futuro. Sono rientrato nella rosa dei 12 vincitori su più di 1000 proposte ricevute dalla commissione. Dopo la fine degli studi, non volevo intraprendere la strada "tradizionale": quindi magistrale, poi forse un master, e poi forse un lavoro. Come scritto inizialmente, ho sempre avuto una mentalità nel voler creare un qualcosa di mio. Ecco che quindi dopo aver superato, e poi successivamente rifiutato, l'ingresso alla Luiss, ho deciso di lanciarmi ufficialmente nel mio primo progetto più concreto. Riguardava il settore della micro-mobilità elettrica, in particolar modo monopattini. Purtroppo questo progetto è naufragato a dicembre 2019. Mi sono così ritrovato completamente solo, con un'idea in testa, la stessa: migliorare la mobilità del futuro. Ovviamente da solo non puoi andare lontano, e lo sapevo benissimo. Così il mio obiettivo era quello di costruirmi un team davvero forte. Come? Attraverso il networking. Credo che il networking sia molto più potente del denaro, in certe occasioni. A gennaio entro sulla community di Startup Geeks per cercare persone da poter inserire nel team. A fine gennaio, con un colpo di fortuna e anche un po' di proattività, riesco a far entrare all'interno del progetto la prima persona. Da fine gennaio in poi inizia la discesa per la creazione del team. Tramite passaparola e amici di amici, arrivo a fine febbraio con un team di lavoro composto da 7 persone, tra ingegneri, PR, finance e commercial. FANTASTICO! Ovviamente vi starete chiedendo su cosa dovessi lavorare, visto la consistenza del team. Bene, la startup Walle Mobility sta lavorando su un settore di frontiera (non l'ho detto, ma amo i settori di frontiera e le cose quasi impossibili): Urban Air Mobility. Avete mai sentito parlare di taxi-droni? Quelli lì. Ormai sono già 4 mesi che stiamo studiando questo mercato e applicando numerose strategie per arrivare quanto prima sul mercato. Ovviamente tutto questo non sarebbe mai e poi mai potuto accadere senza le persone giuste al posto giusto... E soprattutto senza la perseveranza. Avrei potuto abbandonare tutto a dicembre, quando ero completamente SOLO! Ma non l'ho mai fatto. Ancora oggi, quando esce fuori un problema, un ostacolo da superare, non mi abbatto mai e continuo imperterrito a lavorare sulla mia idea e missione: rivoluzionare la mobilità urbana e interurbana nei prossimi 10 anni. Quest'idea e missione, è diventata una base solida per tutti i componenti del team. Un team fantastico. Rircordiamoci che le aziende si fondano sulle persone. Senza fondamenta, non si può costruire un buon palazzo. La mia citazione preferita? Questa: "I think it's possible for ordinary people to choose to be extraordinary!" - Elon Musk
CommentiSii rispettoso e costruttivo
dariomoceri
Stai facendo un pò l'elon musk italiano haha! Bellissima storia. Ho tante curiosità... Quanto è stato difficile coinvolgere quelle persone? Hanno deciso di collaborare per equity o le stai retribuendo già da adesso?
  • 3
  • 0
domenicogagliardi96
Meglio evitare paragoni simili! ahah Quando non hai tanto capitale per iniziare a retribuire le persone che lavorano con te, devi puntare su un fattore fondamentale: il sogno! Devi far innamorare gli altri della tua visione, su ciò che vuoi cambiare. La difficoltà c'è stata inizialmente, ma all'interno del team ci sono persone abbastanza pazze per lavorare su un progetto simile, così ambizioso! Ovviamentei i membri iniziali del team sono tutti in equity per rispondere all'ultima domanda. Ma ciò che tiene unite queste persone al progetto, è lo stesso sogno: rivoluzionare per sempre la mobilità e gli spostamenti.
  • 3
  • 0
dariomoceri
Fantastico! Complimenti Domenico, è già difficile trovare e coordinare una persona, figuriamoci 7
  • 2
  • 0
luka13
Quanto è stato importante per te l'essere laureato prima di partire con questo progetto? Stai investendo personalmente nel progetto o sei alla ricerca di investitori?
  • 2
  • 0
domenicogagliardi96
Sicuramente la formazione non termina mai. Dal punto di vista di imprenditoria e laurea, non c'è una correlazione diretta. Se ho 3 lauree non è detto che riesca a realizzare un'azienda di successo rispetto a una persona che ne ha 0. Sicuramente però, in questo caso, studiare economia e management mi ha permesso di ottenere delle competenze che mi hanno poi aiutato. E soprattutto gli investitori guardano molto il background personale. Non c'è una scelta giusta e sbagliata, dipende da ciò che vuoi fare. Tema investitori: stiamo realizzando attualmente un piano economico e finanziario per cercare investitori, ma ho già investito personalmente.
  • 2
  • 0